L’energia solare fa aumentare il prezzo dell’elettricità, soprattutto per l’industria e il commercio

La produzione di elettricità da fonti rinnovabili viene incentivata con la rimunerazione unica e con la rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica (RIC).  

L’incentivo è finanziato con un supplemento di 2,3 cts./kWh (tariffa 2019) che grava su tutti i consumatori di elettricità. Il gettito d’imposta è destinato per metà al fotovoltaico. Per l’industria e il commercio, dunque, l’incentivazione del fotovoltaico fa aumentare il prezzo dell’elettricità mediamente dell’8%.

Per sapere in che misura tale aumento incide sul bilancio di un’impresa basta calcolare l’intensità del costo dell’energia ovvero il rapporto tra il costo dell’energia e il valore aggiunto lordo. Per il 99% delle imprese svizzere tale rapporto è inferiore allo 0,5% e dunque è irrilevante per la stragrande maggioranza delle imprese.

Le imprese più colpite dal rincaro dell’elettricità sono quelle che hanno un costo dell’energia elettrica molto elevato, che però possono farsi rimborsare il supplemento di rete pagato per l’elettricità da fonti rinnovabili. Le imprese con un costo dell’energia elettrica pari ad almeno il 10 per cento del valore aggiunto lordo hanno diritto al rimborso integrale del supplemento; quelle con una percentuale di almeno il cinque per cento, invece, hanno diritto a un rimborso parziale.

Qui trovate maggiori informazioni sul rimborso.