Revisione della legge sull'energia: la direzione è giusta, le misure devono essere perfezionate

12. novembre 2020

Commento sulla decisione del Consiglio federale del 11.11.2020

Vi è un ampio consenso sul fatto che la crescita della produzione di elettricità da energie rinnovabili in Svizzera deve essere notevolmente accelerata . Questo è l'unico modo per soddisfare in tempi brevi il fabbisogno supplementare di elettricità derivante dalla decarbonizzazione e dallo spegnimento delle centrali nucleari esistenti senza aumentare la dipendenza dalle importazioni. Il Consiglio federale intende giustamente aumentare i valori mirati per l'espansione delle energie rinnovabili rispetto al progetto di consultazione. Il valore di 39 TWh entro il 2050 è vicino al valore stimato da Swissolar per la decarbonizzazione e la sostituzione delle centrali nucleari.

La tempistica e le misure devono essere ottimizzate

Le misure di sostegno esistenti sono limitate nel tempo e non prevedono incentivi per la costruzione di impianti fotovoltaici senza consumo proprio, il che significa che gran parte del potenziale rimane inutilizzato. Swissolar si rallegra del fatto che questo segmento di mercato venga promosso con maggiori contributi agli investimenti. Tuttavia, a causa delle fluttuazioni dei prezzi del mercato dell'elettricità, in molti casi questa misura di promozione non porta alla necessaria sicurezza di pianificazione. Gli investitori dovrebbero poter scegliere tra un contributo all'investimento e un premio di mercato (come spesso richiesto nel processo di consultazione). Inoltre, Swissolar dubita che i valori di crescita mirati possano essere raggiunti con un supplemento di rete costante di 2,3 cts./kWh. Questo in modo particolare nel caso di una completa liberalizzazione del mercato dell'elettricità, che renderebbe più costosa l'espansione delle energie rinnovabili.

È probabile che le discussioni sulla liberalizzazione del mercato dell'elettricità si protrarranno a lungo, il che - a causa del legame tra le due proposte - ritarderà l'adattamento degli aiuti, che è invece urgente. È quindi particolarmente importante che l'iniziativa parlamentare per la promozione dei grandi impianti fotovoltaici senza consumo proprio (20.401) sia presto sostenuta anche dal Consiglio degli Stati. In questo modo sarebbe possibile muovere rapidamente i primi passi verso una migliore promozione dei grandi impianti con poco o nessun consumo proprio.