Revisione della legge sull'energia: i piccoli impianti solari sono svantaggiati

14. febbraio 2022

Con la «Legge federale su un approvvigionamento elettrico sicuro con le energie rinnovabili» il Consiglio federale intende promuovere lo sviluppo delle energie rinnovabili. Da un nuovo studio di Energie Zukunft Schweiz AG commissionato da Swissolar e dalla Fondazione svizzera dell'energia (SES), emerge che in particolari gli impianti solari di piccole dimensioni sarebbero molto meno redditizi rispetto ad oggi. Swissolar e la Fondazione svizzera dell'energia chiedono al Parlamento di apportare i necessari adattamenti.

In base agli attuali modelli di calcolo della Confederazione (Prospettive energetiche 2050+) gli impianti solari di piccole e medie dimensioni inferiori a 100 kWp (ca. 500 m2) sui tetti e sulle facciate delle abitazioni dovrebbero rappresentare circa il 70% della crescita complessiva delle energie rinnovabili. Inoltre, per accelerare questa crescita, nel mese di luglio 2021 il Consiglio federale ha avviato una revisione della legge sull’energia e della legge sull’approvvigionamento elettrico. Uno studio di Energie Zukunft Schweiz AG commissionato da Swissolar e dalla Fondazione svizzera dell’energia, mostra ora che, qualora la legge dovesse venir attuata come proposto, la redditività degli impianti solari di piccole e medie dimensioni risulterebbe fortemente peggiore invece che migliore.

I ricavi sono soggetti a maggiori incertezze

Lo studio ha esaminato la redditività degli impianti solari su case monofamiglilari e plurifamigliari alle condizioni attuali e a quelle previste dalla revisione della legge. Una delle nuove regole prevede che la rimunerazione del ritiro (ovvero la rimunerazione per la ripresa dell'energia elettrica immessa in rete) si orienti al prezzo del mercato al momento dell’immissione in rete, invece di orientarsi ad una rimunerazione fissa come fatto fino ad ora. «I piccoli investitori non professionali in impianti solari sono i primi ad essere interessati a prezzi stabili. La volatilità del prezzo di mercato porta incertezza nel sistema e probabilmente dissuaderà molti ad investire», osserva Stefan Liechti, autore dello studio. «Gli attuali prezzi elevati del mercato non devono illuderci che rimarranno così per sempre. Gli investitori hanno bisogno di una certa sicurezza ed è per questa ragione che è necessario disporre di una tariffa minima per la rimunerazione del ritiro.» afferma David Stickelberger, direttore di Swissolar.

Il consumo proprio perde valore

In riferimento alle tariffe per l’utilizzazione della rete, il Consiglio federale prevede di permettere una maggiore componente legata alla potenza e/o componente di base. Concretamente ciò significa che con l’energia elettrica del proprio impianto solare si possono risparmiare meno costi di rete (in quanto questi ultimi saranno meno dipendenti dalla quantità di elettricità che si riceve dalla rete, bensì dipenderanno per una grande parte dalla potenza allacciata), ciò che peggiora significativamente la redditività. Oggi infatti il risparmio tramite il consumo proprio dell’elettricità solare è la principale componente di finanziamento. «Se le condizioni per il consumo proprio peggiorano, spesso gli impianti sulle abitazioni monofamigliari e plurifamigliari non convengono più.» constata Liechti. Egli fa però anche notare che questi effetti svantaggiosi possono venir compensati ad esempio, dove possibile, spostando il consumo nei momenti con elevata produzione solare, oppure, se l’elettricità viene prelevata dalla rete, differenziare il consumo (gestione attiva del carico).

La palla è in mano al Parlamento

David Stickelberger e Felix Nipkow concludono: «Per raggiungere gli obiettivi climatici e per garantire la sicurezza di approvvigionamento, è necessaria una spinta che permetta l’espansione degli impianti solari. Le proposte del Consiglio federale presenti nella nuova legge hanno un effetto frenante su questo obiettivo». Swissolar e la Fondazione svizzera dell’energia chiedono al Parlamento di apportare i necessari adattamenti nell’ambito delle consultazioni.

> Studio: Synopse Photovoltaik Gesetzgebung (d) (PDF)