In Svizzera c’è abbastanza sole per produrre energia solare?

Sul territorio svizzero l’irraggiamento solare è 200 volte maggiore rispetto all’energia consumata in tutto il Paese. Ma non sfruttiamo quasi per niente questo potenziale: nel 2016 erano installati impianti fotovoltaici solo su circa il 5% delle facciate e dei tetti adatti a tale scopo. 

A seconda del sito, l’irraggiamento solare annuo in Svizzera varia circa fra 1050 e 1550 kWh al metro quadro. Questo significa che sul territorio svizzero l’irraggiamento solare è circa 200 volte maggiore rispetto all’energia consumata in tutto il Paese.

Il potenziale di produzione di energia solare sui tetti e sulle facciate è molto alto: grazie ad esso si potrebbe coprire circa la metà dell’intero consumo di energia elettrica in Svizzera. Attualmente questo potenziale non è sfruttato solamente in minima parte: nel 2016 erano installati impianti fotovoltaici solo su circa il 5% delle facciate e dei tetti adatti a tale scopo. Tali impianti coprono un buon 2% del consumo di energia elettrica.

Anche nel settore dell’energia solare termica il potenziale non è ancora sfruttato quasi per niente. Nel 2016 è stato sfruttato solo l’8% circa del potenziale di produzione sui tetti svizzeri, che coprono all’incirca l’8% del fabbisogno di energia per l’acqua calda sanitaria nelle economie domestiche.

In linea di massima, l’irraggiamento solare in Svizzera è superiore a quello della Danimarca o dell’Inghilterra e inferiore a quello della Spagna, del Portogallo o dell’Italia. Alcune località molto soleggiate, come Sion o Samedan, sono perfettamente equiparabili addirittura alla Toscana o alla Provenza.

L’odierno sfruttamento dell’energia fotovoltaica non dipende tanto dalla rispettiva intensità dell’irraggiamento solare. Tra i Paesi che sfruttano maggiormente l’energia solare in Europa vanno annoverati sia alcuni Paesi meridionali, come la Grecia e l’Italia, sia Paesi in cui l’irraggiamento solare è più debole, come la Germania, il Belgio o la Repubblica Ceca.